seguimi   
scheda elettorale

Inquinamento da circolazione e riscaldamento.

Impiego, nell’edilizia, nei lavori pubblici e negli asfalti, di materiali innovativi che catturano le micropolveri.
Estensione delle reti di teleriscaldamento, riducendo gli impatti delle caldaie e dei riscaldamenti autonomi.
Differenziazione degli orari di scuole e uffici pubblici per evitare il traffico asfissiante degli orari di punta.
Efficientamento del trasporto pubblico e dei treni per pendolari.

La Regione deve investire di più sul trasporto pubblico locale, sulle metrotramvie e sui treni per pendolari. Solo così è possibile evitare il ricorso di massa all’auto privata.
Incentivare e far crescere il car e bike sharing in tutti i comuni.
Aumentare le aree protette e i parchi regionali (ognuno con autonoma e singola gestione) in Lombardia.
Incentivare il turismo sostenibile, ambientale, storico ed eno-gastronomico.
Incentivare le piccole produzioni di energia e calore locale, al servizio delle comunità e dei quartieri.

Ribadire e rinnovare la normativa sulle compensazioni ambientali, con l’obbligo per le aziende che producono un impatto ambientale e di produzione di CO2 di compensare le emissioni nocive, con opere ambientali e piantumazioni di alberi.
Stipulare accordi con le associazioni di produttori in diversi settori per una svolta ecologica delle produzioni e per l’applicazione delle più innovative e meno impattanti tecnologie.
Moratoria per i grandi centri commerciali che uccidono la socialità e il piccolo commercio.

Email

Orti sociali e urbani

Spazi e aree marginali resi coltivabili con un minimo investimento, messi in sicurezza e assegnati a giovani, anziani e gruppi di persone per essere coltivati.
In tutti i comuni lombardi, così da creare integrazione al reddito, aggregazione sociale, sostegno ai più bisognosi, valorizzazione del territorio (coltivazione più naturale e sicura) e riscatto delle aree marginalizzate

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

Un “Garante” per gli anziani istituzionalizzati.

Le cronache riportano di frequente casi di maltrattamenti, abbandoni e incuria (quando non peggio) di persone anziane in istituti e case di riposo, pubbliche e private.
La Regione, in accordo con le aree vaste e metropolitane, dovrebbe istituire la figura del “Garante della terza età”, che possa accedere a tutte le strutture di ricovero per persone anziane per verifiche, ispezioni, controlli, richieste di chiarimenti e che sia da referente per famiglie, parenti e volontari.

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

Consumo di territorio zero.

Una nuova e più rigorosa legge sul consumo di territorio che incentivi l’utilizzo di aree e edifici abbandonati, tutelando i terreni vergini e agricoli.

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

Case popolari

L'Aler possiede un patrimonio inestimabile di alloggi di pregio nei centri cittadini delle città lombarde. Potrebbe porre in vendita questo patrimonio per avere i fondi per ristrutturare gli alloggi Aler nelle periferie.
Il degrado estetico e strutturale richiama ulteriore degrado, umano, sociale e morale e marginalizzazione.
Lo IACP nasceva con la vocazione sociale; la trasformazione in Aler, Azienda Lombarda Edilizia residenziale, ha trasformato la missione dell'Ente, il quale dovrebbe tornare alla sua vocazione originaria, ovvero dare un tetto alle famiglie più povere.
Tuttavia, nei quartieri Aler il mix sociale e anche di reddito deve essere garantito per evitare di creare nuovi ghetti. 
Giovani coppie, anziani, stranieri, redditi medi, se ben mixati e redistribuiti, concorrono a creare un tessuto sociale solidale e coeso, sano.

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

Basta grandi opere inutili e autostrade con pedaggi altissimi.

La devastazione del territorio operata in questi 23 anni dal centro destra è sotto gli occhi di tutti, con strade e autostrade a pedaggio che per anni sono state deserte o semi deserte (Teem, Brebemi, Pedemontana), con il sacrificio dei migliori terreni agricoli e della continuità di cinture verdi e di campagna.

In alternativa incentivare le coltivazioni tipiche e biologiche e più menù bio nelle scuole e nelle mense, a minor prezzo.

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

No imballaggi inutili.

Promuovere accordi con la grande distribuzione per la riduzione degli imballaggi inquinanti, e nel caso, obbligando alla presenza, in tutti i punti vendita, di distributori di prodotti sfusi (come nel caso dei saponi liquidi).

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

Risparmio energetico e fonti rinnovabili.

Il risparmio energetico equivale ad una fonte di energia.
Oggi sprechiamo circa il 20% dell’energia prodotta.
Con le coibentazioni, i “cappotti” agli edifici, la trasformazione a LED dell’illuminazione pubblica, con i pannelli solari per acqua calda ed energia, possiamo risparmiare una gran quantità di soldi e di inquinamento

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

Salute pubblica, dei propri cari e dei propri figli.

Ogni giorno la nostra salute è messa in pericolo da migliaia di sostanze inquinanti.
Chi governerà la Lombardia del futuro, dovrà farsi carico di ridurre gli inquinanti, le sostanze cancerogene e di difendere la salute di tutti noi.
Penso ai pesticidi impiegati in agricoltura, ai fanghi di depurazione con sostanze cancerogene, sparse, con i rifiuti, sui campi coltivati, alle micropolveri, alla plastica che pervade ogni aspetto della nostra vita, alle liste di attesa di mesi per esami e diagnostica nella cosiddetta “eccellenza” della sanità lombarda.

Incentivi alle mense scolastiche e pubbliche affinchè adottino menù biologici e salubri.
Stop ai fanghi e ai rifiuti sparsi in agricoltura.
Stop alla circolazione di veicoli inquinanti e alle fonti di riscaldamento che avvelenano l’aria di Milano e della pianura padana.
Rafforzamento delle ARPA provinciali e delle ex Asl (Ats) per maggiori controlli sulle attività industriali e sulla qualità di aria e acqua pubblica.
Obbligo di riduzione dei tempi di attesa per esami e diagnostica negli ospedali convenzionati con Regione Lombardia (vincolato ai rimborsi spettanti a cliniche e istituti).
Educazione ambientale e alimentare nelle scuole pubbliche.

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

Agricoltura bio e di qualità.

Incentivare gli agricoltori di qualità che producono senza chimica pericolosa per la salute umana.
La Legge regionale deve prescrivere alle mense scolastiche e pubbliche a prevedere più prodotti sani e biologici, soprattutto per i bambini.

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

Arte pubblica, rete di giovani artisti e incentivi a iniziative culturali-artistiche

Milano e la Lombardia sono tra le mete più popolari del turismo italiano.
A Milano, milioni di turisti e viaggiatori (di affari, moda e cultura) transitano ogni anno da tutto il mondo, soffermandosi in media 3 giorni.
La Regione può incentivare e valorizzare non solo i luoghi d'arte e i musei, bensì anche nuovi centri di arte pubblica e giovane.
Lo stesso Palazzo della Regione Lombardia ha sovente ospitato mostre e collettive di artisti emergenti e giovani.

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio

#lombardiasceglieambiente #lombardiascegliearte

Email

Forestiamo Milano, Pavia e la Lombardia.

Occorre avviare, con ERSAF, l’Agenzia forestale regionale, un piano straordinario di piantumazione di alberi e arbusti, per ossigenare i polmoni dei lombardi.
Prima di tutto, partire con la forestazione delle aree di cintura metropolitana e delle aree abbandonate o non coltivate, anche per evitare il degrado e la pericolosa marginalizzazione.

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

Sulla solidarietà e l’accoglienza

L'accoglienza diffusa deve vedere piccoli gruppi di richiedenti asilo e profughi diffusi sul territorio, i quali devono essere impiegati dalle pubbliche amministrazioni e dalle associazioni in lavori di pubblica utilità a favore delle comunità ospitanti.
I profughi o i richiedenti asilo, con visibili pettorine con la scritta “volontario”, che cooperano alla pulizia della città, degli edifici pubblici e della sicurezza cittadina rappresentano un esempio positivo di accoglienza che induce pensieri positivi anche nelle persone più riottose e chiuse.
Ogni Comune deve essere incentivato a fare la propria parte nell’accoglienza di persone che fuggono da guerre, torture e carestie.
I Comuni che non partecipano devono avere detrazioni sui trasferimenti regionali.

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

Orti per le famiglie lombarde e per gli anziani.

Destinare terreni demaniali o abbandonati e incolti per costruire orti da assegnare ai residenti.
Un orto significa attività fisica, lavoro, produzione di qualità e, in alcuni casi, anche semi autosufficienza alimentare.
E ancora di più...

Email

Start up imprenditoriali per giovani

Milano e hinterland sono fitte di iniziative, pubbliche e private, di sostegno alle start up giovani e innovative.
Ciò che manca è la disponibilità di spazi dove poter esercitare le attività di neo impresa.
Esistono moltissimi capannoni e spazi abbandonati, liberi, in affitto o in vendita che non trovano interesse.
La Regione dovrà farsi garante di un affitto utile a coprire le spese della struttura.

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

Salute pubblica

Ogni giorno la nostra salute, dei nostri cari e dei nostri figli è messa in pericolo da migliaia di sostanze inquinanti.
Chi governerà la Lombardia del futuro, dovrà farsi carico di ridurre gli inquinanti, le sostanze cancerogene e di difendere la salute di tutti noi.
Penso ai pesticidi impiegati in agricoltura, ai fanghi di depurazione con sostanze cancerogene, sparse, con i rifiuti, sui campi coltivati, alle micropolveri, alla plastica che pervade ogni aspetto della nostra vita, alle liste di attesa di mesi per esami e diagnostica nella cosiddetta “eccellenza” della sanità lombarda.
Il governo regionale ha molte competenze su questi aspetti ed è ora di cambiare. Con Gori Presidente sarà possibile.

Incentivi alle mense scolastiche e pubbliche affinchè adottino menù biologici e salubri.
Stop ai fanghi e ai rifiuti sparsi in agricoltura.
Stop alla circolazione di veicoli inquinanti e alle fonti di riscaldamento che avvelenano l’aria di Milano e della pianura padana. Bando a molti prodotti di plastica e con microfibre di plastica e sostegno alle alternative ecologiche.
Piani di diagnosi precoce e a tappeto sulle fasce di popolazione maggiormente esposte (anziani e bambini, malati cronici, asmatici).
Moratoria per gli impianti inquinanti e per il trattamento di rifiuti nelle aree già sature di presenze impattanti (Milano e Pavia in primis).
Rafforzamento delle ARPA provinciali e delle ex Asl (Ats) per maggiori controlli sulle attività industriali e sulla qualità di aria e acqua pubblica.
Obbligo di riduzione dei tempi di attesa per esami e diagnostica negli ospedali convenzionati con Regione Lombardia (vincolato ai rimborsi spettanti a cliniche e istituti).
Educazione ambientale e alimentare nelle scuole pubbliche.
Abolizione dei cosiddetti “gestori” per le persone affette da malattie croniche.
Bando e controllo a tappeto sui prodotti nocivi destinati all’infanzia (contenenti ftalati, diossine, colori al piombo etc.).

Email

Diritti e benessere degli animali

Sono portavoce di Gaia, animali & ambiente Onlus, ed impegnato da sempre nelle battaglie in difesa di tutti gli animali.
Sono stato delegato della Leva Anti Vivisezione e, da deputato verde, nel 1992, ho fatto approvare importanti leggi per "i nostri fratelli animali" come li chiamava San Francesco.

A Rozzano, Comune nel quale sono assessore all’Ambiente e diritti degli animali dal 2004, ho fatto approvare importanti regolamenti. Da noi, ad esempio, non attendano circhi con animali e tutti gli animali (dalle rondini ai cani, dai gatti liberi ai rospi) sono iper tutelati.

Da decenni conduco battaglie, anche molto forti, contro chi sfrutta e uccide gli animali: dalla caccia alla vivisezione, dalle pellicce al bracconaggio, dagli allevamenti intensivi al randagismo.
La Regione Lombardia ha diverse competenze in campo animale.
 
Una convenzione regionale con i veterinari per attivare la “Mutua veterinaria” affinché anche le persone più povere possano avere accesso al veterinario a costi accessibili.
Nuove norme per gli allevatori di animali “da reddito” che considerino il progressivo abbandono dell'allevamento intensivo in Lombardia. Norme più restrittive per il commercio di animali di affezione (anche per evitare il cd “inquinamento genetico” causato dall'abbandono di ogni tipo di animale tropicale in boschi, stagni e laghi nostrani)...
Una legge regionale più restrittiva sulla caccia che abbrevi il calendario venatorio e riduca le specie cacciabili.

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio

#lombardiasceglieambiente

Email

Giornalisti, giovani e precari.

La maggior parte dei giornalisti lombardi, sia professionisti sia pubblicisti, vivono una condizione di forte precarietà.
In Lombardia sono migliaia gli iscritti all'Ordine e rappresentano l'ossatura dell'informazione nella nostra regione.
Oltre a salari da fame e precarietà, molte redazioni vengono smontate dagli editori i quali ricorrono ai service esterni e magari con sede in Svizzera, tanto da non dover sottostare alle normative italiane.

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

Stop nuovi impianti rifiuti.

In alcune zone con alta presenza di impianti inquinanti o di trattamento di rifiuti e fanghi, occorrerà una moratoria.
In queste zone, penso a Milano e Pavia in primis, non dovranno essere consentiti nuovi impianti.
Anche alla luce del fatto che la Lombardia è già ampiamente autosufficiente per impiantistica di trattamento.
Prima la salute e la difesa dell’ambiente e dei territori, poi coerenti aiuti alle aziende, pubbliche e private.

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

Mobilità dolce e pulita.

Occorre incentivare la mobilità elettrica e completare la rete di approvvigionamento per auto e moto.

Molte città nord europee hanno una rete di piste ciclabili e una percentuale di mobilità su due ruote che sfiora il 30% e, in alcuni casi, il 50%.
La Regione deve stanziare più fondi per promuovere e costruire reti ciclabili in sicurezza.

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

Basta fanghi in agricoltura.

Basta spandimento di fanghi in agricoltura.
Si tratta di una pratica che sta avvelenando i territori agricoli, in particolare tra Milano sud e il pavese.
I fanghi possono e devono essere trattati per estrarre i fertilizzanti (la struvite), essiccati e inceneriti per il recupero energetico o di calore

Giorgio Gori Presidente Fare, meglio
#lombardiasceglieambiente

Email

Il sito di Stefano Apuzzo fa uso di cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione all'interno del sito. + Info